2 - PROFESSIONALITA' e VALORIZZAZIONE DELLE RISORSE

In ottemperanza al Progetto Diocesano IRC (vedi) , durante il corso degli anni scolastici 2012-13; 2013-14; 2014-15, la formazione professionale sarà proposta attraverso due percorsi complementari: personale e per temi integratori. Un terzo percorso, sviluppato per PROGETTI da svolgersi nelle singole zone della Diocesi,  è previsto sia per tutti gli IdR che per gli studenti avvalentisi dell'IRC.

La formazione professionale ha lo scopo di offrire ad ogni IdR gli strumenti necessari per "essere IdR di qualità"; la qualità professionale, che si esprime nel lavoro in classe, sarà poi valorizzata dall'Ufficio IRC.

Sarà compito di ciascun IdR di informarsi su date e luoghi della formazione zonale e ovviamente partecipare al fine di un'applicazione didattica sul campo dell'insegnamento curricolare.

 

 

 

 

2-1 Personale

  • sarà proposta una griglia di AMBITI per INTERESSE, secondo la seguente ipotesi: CONOSCENZA dell'ALUNNO, CONTENUTI, METODOLOGIA e DIDATTICA, LINGUAGGI, STRUMENTI di COMUNICAZIONE.(vedi PdF) (vedi Docx)All'interno di ogni AMBITO ciascuno IdR potrà liberamente scegliere il proprio percorso  per potenziare la professionalità, in base a quanto è già stato acquisito in precedenti corsi di aggiornamento. I percorsi di formazione permanente potranno essere sia on-line con la piattaforma e-learning IRC [al momento il sito è sospeso per intrusione] , sia guidati con varie modalità. Nel sito alla voce Aggiornamenti e Corsi, e Attualità, si trovano le indicazioni e le varie proposte, aggiornate anno per anno.  A ciascuno IdR spetta il diritto/dovere dell'aggiornamento comprensivo di un minimo di venti ore annuali. Ogni IdR, sia ITI che ITD ha il diritto dovere alla propria formazione e dovrà compilare ogni anno l'autocertificazione di aggiornamento professionale utilizzando l'apposito modulo ( vedi modulistica) .
  • L'ufficio IRC cercherà di avvalersi delle competenze presenti sia tra gli IdR che si renderanno disponibili, sia di competenze presenti sul territorio diocesano.
  • L'Ufficio IRC  informerà, per mezzo del sito, a riguardo di incontri formativi periodici, di carattere antropologico-culturale su tematiche di particolare attualità.
  • Un altro canale di formazione sarà quello "esterno" alle proposte dell'Ufficio IRC diocesano che ciascun IdR potrà presentare alla direzione per il riconoscimento formativo.
  • Sempre nel settore dei canali formativi esterni, l'Ufficio IRC prevede anche una formazione complementare alle tematiche specifiche dell'IdR e comunque utile nel campo educativo. Questo settore più tecnico, potrebbe diventare un servizio che l'IdR offre alle scuole della Provincia o alla società civile, e ovviamente alla chiesa locale, nei vari campi educativi.
  • Da ultimo ci sarà da tener presente quanto richiesto dalla CEI agli ISSR circa il tirocinio degli studenti che intendono accedere all'IRC. Per questo si veda: sito della CEI e a questi documenti:  doc 1 doc2, sito servizio nazionale Facoltà teologiche.

2.2 Temi integratori

  • Un percorso già in atto nelle varie zone della nostra Diocesi sta segnando una nuova strada per un'autoformazione "sostenibile": si tratta degli incontri che molti IdR svolgono in gruppo per la PROGRAMMAZIONE e la RICERCA DIDATTICA. L'Ufficio IRC  in questo triennio valorizzerà questa esperienza riconoscendola come momento formativo.
  • I temi integratori cammineranno di pari passo in base alle "novità educativo/didattiche" sia proposte dalla CEI o dalla CET, come dal MIUR o in relazione al piano pastorale diocesano. La strada per questo triennio è già tracciata. Nel corso dell'a.s. 2012-13 le zone saranno invitate a focalizzare la tematica "Traguardi e competenze" e costruire un repertorio di competenze in prospettiva di continuità;durante l'a.s. 2013-2014 si inviterà a prendere confidenza o a migliorare gli "strumenti di comunicazione e le tecniche di comunicazione" e nel corso dell'a.s. 2014-2015 dovremmo necessariamente verificare e chiarire il "curricolo verticale dell'IRC"e/o riflettere sull'impatto psicologico che la "Valutazione" ha sugli alunni. Questo tema integratore dovrà essere preparato attraverso l'analisi delle "programmazioni/progetti o verifiche annuali" di ogni docente o in altro modo da individuare.
  • La valorizzazione professionale percorrerà anche un altro canale che prevede la condivisione delle "esperienze didattiche di successo". Ciascun docente potrà raccontare la propria esperienza didattica, con il linguaggio tipico del web, offrendo a tutti il proprio contributo. Una pagina pubblica specifica del sito, Percorsi didattici IdR, raccoglie già alcune esperienze significative.
  • Le ricerche che coinvolgeranno le classi verranno messe in rete e permetterà a tutti di far conoscere e condividere i propri percorsi. Nella pagina specifica del sito, Materiali autoprodotti, gli alunni e gli studenti potranno così esprimersi con il linguaggio a loro più vicino.

2.3 Progetti

  • L'Ufficio provvederà annualmente ad organizzare per gli IdR visite guidate nelle città d'arte italiane.
  • L'Ufficio provvederà nei limiti del possibile (tecnici ed economici) ad organizzare concorsi tematici per gli alunni avvalentisi. Ipotesi per:

Anno Scolastico 2012-13

  • Progetti per IdR : Visita guidata nella città di Ravenna
  • Progetti per alunni/studenti : Arte & Fede + Concorso SERRA CLUB

Anno Scolastico 2013-14

  • Progetti per IdR : Giornata della cultura a Firenze.
  • Progetti per alunni/studenti : (" ...a 2 passi sa casa..." - Progetto sul territorio artistico culturale 1 anno -

Anno Scolastico 2014-15

  • Progetti per IdR : Giornata della Cultura a Siena
  • Progetti per alunni/studenti : " A due passi da casa... 2"

 

NOTA: a partire dall' Anno Scolastico 2016-17 la formazione permanente sarà svolta dall'AIMC

NB: Le linee programmatiche qui presentate sono la realizzazione operativa del Progetto dell'ufficio IRC,(vedi) ed entreranno in vigore a partire dall'anno scolastico in corso 2011-12.